martedì 16 giugno 2015

QUALI IMPIANTI VENGONO USATI


Tra i nomi più importanti del mondo nel campo dei produttori di impianti dentali vi sono Nobel Biocare (con Alpha Bio) e Camlog.

Sono le aziende esistenti dal periodo più lungo rispetto ad altri produttori: anche per questo motivo hanno un altissimo tasso di successo, pari al 99%. In caso di insuccesso garantiscono la sostituzione gratuita con un nuovo impianto. Per questo motivo i dentisti che lavorano con questi impianti dentali  possono fornire al paziente garanzie che altri non possono garantire.

Questi due produttori vantano decenni di ricerca passata ed investono costantemente in nuove ricerche, sono sempre all'avanguardia rispetto agli altri produttori per quanto riguarda qualità, innovazioni e disegno. Lavorano in una stretta collaborazione con i migliori esperti, i migliori dentisti e chirurghi orali ed organizzano continuamente corsi di aggiornamento, formazione ed interscambio di conoscenze scientifiche


Tutto questo si traduce in una parola: qualità di altissimo livello, che unita all'eccellenza dei nostri dentisti e chirurghi garantisce la soddisfazione dei nostri pazienti  per quanto riguarda la durata nel tempo delle cure, della masticazione e dell’estetica del lavoro protesico.


martedì 26 maggio 2015

Sfatiamo qualche mito....

Estratto di un articolo da Yahoo Finanza...

Nella lotta all’evasione furbetta, elmo e lancia in resta anche nello studio del dottore. Troppo spesso vi si potrebbe chiedere: “Fattura o meno? Ci paga l’Iva, la vuole?”. Ma in realtà nel campo delle prestazioni mediche, le casistiche in merito al rapporto tra prestazioni sanitarie ed Iva è abbastanza chiaro. Meglio essere informati allora, per ribattere colpo su colpo laddove il professionista non si dimostri abbastanza serio.

Già l’articolo 10 del d.p.r. del 26 ottobre 1972 n.633 chiarisce che le prestazioni sanitarie di diagnosi, cura e riabilitazioni rese alla persona nell’esercizio delle professioni e arti sanitarie soggette a vigilanza sono esenti dall’Iva. La norma già circoscrive il campo a coloro che svolgono la professione sanitaria sottoposta a vigilanza, quindi in maniera non abusiva. Nell’ottica delle prestazioni, invece, annovera quelle volte a tutelare la salute, ma anche quei trattamenti che hanno carattere di profilassi, a prescindere che il soggetto abbia o meno la malattia.


www.dentalgroup.it

giovedì 19 marzo 2015

Impianti ... specchietti per le allodole

D: Quanto costa da voi XXX un impianto?
R. 350 Euro
-> Reazione (scontata): Corro subito a farli, mai visto un prezzo così!

Siamo andati a curiosare nel sito di chi usa questo genere di marketing (ahimè .. ve ne sono sempre di più) per scoprire :
- Impianti dentali -  350 E
ma poi...
- Pilastro implantare (abutment) - 165 E
- Inserimento impianto  - 165 E


Alla fine l'impianto da 350 Euro costa 700 E......  a cui bisogna poi aggiungere la corona...

mercoledì 18 marzo 2015

Da anni lo diciamo: gli impianti NON sono tutti uguali !




Estratto articolo ANSA.it

Un milione di italiani si sottopone ogni anno a interventi di chirurgia odontoiatrica per inserire impianti, risolvere malattie gengivali gravi, migliorare l'estetica della bocca con una spesa complessiva che supera 1,3 miliardi di euro. La chirurgia odontoiatrica è al quinto posto tra le chirurgie a rischio e sono 50mila gli italiani costretti ogni anno a tornare dal chirurgo odontoiatra per rimediare a infezioni, perdite degli impianti o dei denti o problemi estetici, conseguenti a operazioni alla bocca. Preoccupa gli esperti il fatto che in Italia sia sempre più diffusa la chirurgia dentale low cost, dove vengono utilizzati impianti privi di valida documentazione scientifica e dispositivi di fascia medio-bassa che possono costare anche quattro volte meno rispetto ai prodotti scientificamente collaudati e di maggiore qualità. Un risparmio che poi si traduce in spese che aumentano del 50% o addirittura del doppio, quando si è costretti a reintervenire, perché gli impianti di scarso valore spesso non sono inseriti nel registro dei dispositivi medici e aumentano quindi il rischio di complicanze che rendono necessario un secondo intervento.

www.dentalgroup.it

mercoledì 10 dicembre 2014

TERRORE DEL DENTISTA?

 
Non rovinatevi la bocca ed il sorriso solo per paura di andare dal dentista! Non tutti lo sanno, ma si può tranquillamente ricorrere alla SEDAZIONE COSCIENTE.
 
Questa tecnica permette di sottoporsi ad ogni tipo di cura odontoiatrica in totale relax e senza dolore. Il paziente è costantemente seguito dai nostri anestesisti che provengono dai migliori ospedali e che regolarmente seguono corsi di perfezionamento per garantire gli interventi nella massima sicurezza.

Come si svolge la sedazione cosciente?
- l'anestesista somministra il farmaco nelle dosi preparate conformemente alle caratteristiche di ogni singolo paziente
- dopo pochissimi minuti il paziente si sente rilassato e scivola in uno stato simile al dormi-veglia che gli permetterà di essere vigile, ma contemporaneamente di non rendersi conto che si trova sulla poltrona del dentista
- una volta terminato l'intervento, nell'arco di pochi minuti, il paziente torna vigile ed in condizioni fisiche totalmente normali
 
Volete saperne di più?  www.dentalgroup.it

giovedì 4 dicembre 2014

Cos'è il sinus lift (o rialzo del seno mascellare o ricostruzione ossea)?


L'impianto dentale è essenzialmente una vite e come tale ha una lunghezza  ed un diametro; per posizionare gli impianti è quindi necessario un volume sufficiente (in altezza ed in spessore) di osso.

Ogni caso è valutato individualmente per cui, in alcuni casi dopo l’integrazione ossea occorre attendere tre o quattro mesi prima di inserire gli impianti mentre in altri casi si possono effettuare entrambi gli interventi nello stesso momento.


I materiali che si inseriscono nel seno mascellare per aumentare l'osso sono spesso sintetici (es. BioOss); in altri casi occorre ricorrere ad un trapianto autogeno (autotrapianto ovvero prelevare l'osso da una parte del corpo ed inserirlo dove occorre).


martedì 2 dicembre 2014

CAUSE DI INSUCCESSO DEGLI IMPIANTI DENTALI

A volte si sente dire " gli impianti dentali non sono riusciti a causa del rigetto". 
Iniziamo a dire che il rigetto in implantologia non esiste! Esiste invece l’insuccesso che può essere determinato da varie cause: tra le altre la qualità degli impianti dentali, capacità ed esperienza del chirurgo, rispetto delle condizioni di sterilità dello studio, ecc.

Gli impianti dentali hanno ormai una percentuale di successo molto elevata se il chirurgo segue con precisione il protocollo internazionale; nella nostra clinica è stato calcolato che solo lo 0,2% degli impianti viene posizionato una seconda volta.
E' bene sapere che sul mercato esistono due categorie di impianti dentali:
• - quelli creati da aziende che hanno sviluppato nel tempo una documentazione clinica e scientifica adeguata, che sono anche più costosi;
• quelli realizzati da aziende che copiano gli impianti dentali creati da altre aziende, senza produrre alcuna documentazione. Ovviamente hanno un costo inferiore, ma occorre sapere che l’inserimento di impianti dentali a basso costo aumenta le possibilità di insuccesso, proprio perché queste aziende non hanno nulla su ricerca e sperimentazione e quindi non possono garantire la riuscita dell’osteointegrazione.

Questo per dire che quando ci viene chiesto "quanto costa da voi un impianto?" è bene chiedersi prima "che impianto mi hanno proposto dall'altra parte? Perchè non hanno indicato la marca?"


Come sempre, l'informazione completa è essenziale.

www.dentalgroup.it